Il Mattei festeggia il Carnevale con le maschere più divertenti

Non è Carnevale se non lo si festeggia tutti mascherati, dando anche mostra della propria creatività. Così il 28 febbraio scorso il “Mattei” ha organizzato l’Assemblea d’Istituto del mese dedicata, in via del tutto speciale, interamente alla festa di Carnevale.

Tutti gli studenti mascherati, nella palestra dell’Istituto, hanno sfilato, esibendosi di fronte a una giuria composta da quattro professori e tre studenti, che hanno assegnato ai concorrenti un voto da 1 a 10 in base alla bellezza e alla creatività della maschera.

Il “conduttore” dello show carnevalesco è stato il dj Giovanni Annese, che ha anche incrementato l’entusiasmo con la sua musica.

Tante sono state le maschere che gli studenti hanno voluto mettere in mostra: dal tedesco in vacanza a Buddha, passando per i motociclisti, le liceali prima di un’interrogazione, lo zombie, i verniciatori e un pugile in stile Rocky Balboa

 

Nei corridoi del “Mattei” sono stati avvistati anche Silvio Berlusconi e niente po’ po’ di meno che la Regina Elisabetta d’Inghilterra insieme al suo consorte Filippo. Tuttavia nessuno di loro è riuscito a salire sul podio delle maschere più rappresentative.

Infatti sul gradino più basso del podio ci è andato il bidello (Jacopo Lalli, 3ªA Meccanica), ricevendo il sostegno, tra l’altro, anche del personale Atadella scuola che, ovviamente, ha apprezzato non poco la maschera.

Il secondo posto se lo è aggiudicato Guido Torricella (5ªB Informatica), che si è vestito da Pikachu, il rappresentativo personaggio giallo del cartone animato Pokemon, facendo tornare tutti un po’ alla propria infanzia.

 

A sbaragliare la concorrenza, classificandosi al primo posto, è stato Michele Andrea Ruzzi (1ªA Informatica), che ha interpretato un PC gamer, più semplicemente detto video giocatore, conquistando professori e compagni di scuola per l’unicità e la creatività della maschera.

I primi tre classificati sono stati premiati dal deejay Giovanni Annese con una compilation di musica per feste.

A vincere sono stati, però, anche il divertimento e l’entusiasmo che ha suscitato il Carnevale del “Mattei” con un’Assemblea che non verrà dimenticata in fretta.

Giuseppe Pio di Cianno